La caffettiera napoletana

 

Una tradizione che va scomparendo


 

Anni fa nel nostro paese il caffè si preparava con un particolare strumento inventato a Napoli – la caffettiera di tipo napoletano. Questa caffettiera è utilizzata ancora oggi, il suo impiego però sta a poco a poco scomparendo, perché sostituita prima dalla caffettiera MOKA e oggi dalle innumerevoli macchinette elettriche funzionante addirittura con caffè monodose pre-confezionato in carta, in alluminio, o addirittura in plastica mi riferisco alle cialde e capsule.


La caffettiera napoletana è costituita da due recipienti posti l’uno sull’altro e separati da un filtro che va riempito di caffè. Quando L’acqua stando nel cilindro inferiore, arriva alla temperatura di ebollizione, la caffettiera viene tolta dal fuoco e capovolta. Così l’acqua, per caduta , passa attraverso il caffè macinato e ne estrae lentamente l’aroma.
Il caffè naturalmente deve essere tostato e macinato appositamente per la “napoletana”,
Anche se il progresso ha portato all’invenzione di strumenti decisamente Hi-tech odierni e i nostri ritmi di vita ne impongono l’utilizzo, forse ogni tanto dovremmo ritagliare un pò del nostro tempo per sedersi a tavola con i nostri amici e farci una tazza di caffè con questo strumento, così assaporando l’aroma di caffè che si propaga nella stanza e gustando lentamente i sapori di una volta in allegria ………… potremmo imparare ha valorizzare il nostro presente.
La nostra chicca per un’idea regalo natale 2013.
Torrefazione Haiti Milano

 

 

Comments are closed.